8.5.16

15.04.1930 - 08.05.2016

Tanti anni fa in questo letto ci guarivi. Quando tua madre aveva dei giri da fare, ti portava qui e con le spremute d'arancia la febbre passava.
Oggi invece ci dormi perché stanno ristrutturando la tua casa e neanche il cesso esiste più.
Tante cose che prima erano dei punti fissi e che a poco a poco hai perso, ora al buio ritornano.
Il materasso è sempre duro. La coperta verde che viene da un posto lontano è sempre qui. La luce attaccata alla presa elettrica che tutta la notte resta accesa è sempre troppo luminosa.
Le cose cambiano per non cambiare mai.

Ma mia nonna quando oggi ha aperto la porta zoppicava in un modo che non le avevo mai visto fare. Mio nonno quando stasera gli raccontavo del lavoro mi è stato ad ascoltare dall'inizio alla fine. Nessuno è rimasto sveglio ad aspettare che io andassi a letto. E nella doccia adesso c'é uno sgabello dove ci si può sedere per non scivolare.
Le cose cambiano per non tornare più.

--------------------------------------------------------------

Sono parole che hanno più di un anno.
Oggi, più che mai.

Canzone del giorno, anche se questo genere di musica non lo faceva impazzire:
Stevie Wonder - Love's in need of love today

7.5.16


La grande bellezza sotto elezioni.
Se fosse cosciente se ne lamenterebbe anche lui.

6.5.16




C'era un arcobaleno da qualche parte.

4.5.16












© Susanna.
© Susanna.


La perfezione odora di grotta, di brace e di un prato verde annusato da vicino sopra un plaid.
Ha il suono di un fiume che scorre silenziosamente tra le montagne, di un cane che abbaia rincorrendo una palla rimbalzata e di un bambino che ti chiama per averti in macchina accanto a sé.
Ha il gusto di arrosticini abruzzesi, frittate spagnole e di dolci cucinati con amore (anche di notte), e di un caffè alle 6 con vista su un ponte del 1600.
Si tocca accarezzando dei lunghi capelli e abbracciando uno scalatore di scivoli al contrario per aiutarlo a compiere la sua missione.
E si intravede negli occhi e nei sorrisi che come lampi illuminano i volti delle persone.

3.5.16

1.5.16


Ci sono sole e nuvole, musica e silenzio, lavoro e studio.
Ma tutto è dove dovrebbe essere.