30.3.15


Evviva Elena, che è stata una brava tirocinante!

Go Elena, who's been a great trainee!

29.3.15

 07:25 (che poi sarebbero le 06:25)











Ho dormito 3 ore e mezza, ma bastano e avanzano se vincono così!

I slept three and a half hours, but it's enough if they win the way they did!

28.3.15




 



24.3.15






Jarno










Tante canzoni e mille ricordi, elencarle/i tutte/i sarebbe difficile.
Grazie Jarno, è stato un piacere conoscerti!

Many songs and a thousand memories, naming them all would be hard.
Thanks Jarno, it was nice meeting you!

21.3.15



 © Stefania





Campagna 5x1000 UnivPM primavera/estate 2015.

5x1000 UnivPM spring/summer 2015 campaign. 

20.3.15

17.3.15



Silvia è stata la mia prima tutor di un laboratorio.
Per i primi tempi, tre anni fa, non ci andavamo a genio. Quando scherziamo, lei adesso lo dice spesso che all'epoca io rompevo un pò i coglioni. Io invece le faccio pesare quanto non fosse molto di buonumore e di come mi ero fatto l'idea che quella in realtà fosse la vera Silvia.
Ora le voglio molto bene, col tempo ho imparato a volergliene, e infatti scherziamo tanto.
Lei non lo sa, ma mi ha insegnato che conoscere una persona è come mettere insieme un puzzle. Cominci dai bordi, dai pezzi più facili, più scontati, da quelli che l'altra persona vuole che tu capisca subito. E poi invece col tempo componi un'immagine più grande, più dettagliata, che ha senso nel suo insieme, che spiega molte delle cose che fino al pezzo precedente avevi solo intuito.
Per la fine del suo dottorato mi aveva chiesto di scattarle delle foto.
Vederla da dietro una macchina fotografica attraverso un piccolo foro mi ha fatto ripensare a questi primi anni e al suo percorso. Guardarla accanto ai suoi genitori, timidi ma troppo fieri per non mostrare al mondo tutto quello che stavano provando in quel momento, è stato toccante. Sfogliare le pagine in cui ha ringraziato le persone che da vicino o lontano l'hanno aiutata ad arrivare fino a qui, è stato come incastrare l'ultimo pezzetto, un pò mi ha fatto commuovere.

"In questi momenti non è tanto la felicità che provi tu, quanto l'orgoglio che vedi negli occhi delle persone che ti vogliono bene" (Dr.ssa S.F.).

Silvia was the first lab tutor I have ever had.
At the beginning, three years ago, we didn't suit each other. Now we joke about that, she tells me I was a pain in the ass and I make her feel guilty of her sadness back in the days and how I thought about that being the real Silvia.
Now I'm fond of her, I've understood it in the years, and in fact we make fun of each other a lot.
She's not aware of that, but she taught me that knowing a person is like putting together a puzzle. When you do one, you start from the outer pieces, which are the easiests, the taken-for-granted ones, those that the other person wants you to start from. And then, little by little, you create the bigger picture, a more detailed one, everything starts to make sense and finally explains something you had just foreseen.
For the end of her PhD, she asked me to shoot some photographs of her.
Looking from the tiny hole of the camera made me think over these years and her path. Seeing her close to her parents, whom were shy but too proud of her not to show their feelings to the world, was touching. Leafing through the pages in which she thanks the people, some farther than other, that have brought her where she now stands, moved me.

"In moments like these, it's not about the happiness you feel, it's about the pride you spot in the eyes of the people that love you" (Dr. S.F.)

14.3.15





Limitare.
To restrict.









Mi rifletto negli altri e vorrei essere e fare quello che loro sono e fanno.
Leggere, pescare, dormire di fronte al mare, osservare e giudicare senza intervenire.

I see myself in them and wish I were and did what they are being and doing.
Reading, fishing, napping in the face of the sea, observing and judging without stepping in.